Silvia conquistata dagli Ercolini!

Silvia ha conosciuto l’associazione Ercolini svolgendo il tirocinio universitario presso la casa famiglia di via Nomentana.
Si è resa subito disponibile nell’organizzare il tifo durante le partite dei ragazzi preparando striscioni. Ha scelto di far parte della nostra associazione accettando l’incarico di preparare articoli per il sito oltre ad immortalare i momenti più belli tra gli Ercolini.

Ecco la sua testimonianza.

Tutto è cominciato per caso, è cominciato un giorno in cui il sole era splendente e il vento si intrufolava tra le fronde degli alberi del cortile. È cominciato quando il rumore del pallone che sbatteva sulla rete, che cinge il campetto, si stava estendendo fino all’entrata del Protettorato. È cominciata quando mi sono avvicinata, quasi rapita da quel frastuono: un mix tra voci, colpi alla palla e scarpe che graffiavano il terreno. 
I ragazzi si stavano allenando, me lo avevano detto quando ero entrata a salutarli, erano entusiasti e concentratissimi su ogni passaggio, già in quel momento si poteva notare nei loro occhi la voglia e la passione che ci mettono ad ogni partita. Mi avevano accennato che non sarebbe stata facile ma che loro ci avrebbero creduto lo stesso. 
Lo spirito degli Ercolini è entrato dritto nel cuore da quella volta, da quando li ho visti giocare a pallone proprio come se fossero immersi nella partita. Da quel momento ho capito quanto ci tenessero al pallone, quanto questo sport potesse essere una “via di fuga” con un traguardo da raggiungere; ho capito che non è solo “dare un calcio a una palla” ma è molto di più, e sono stati loro a dirmelo: con i loro occhi e le loro risate, con la soddisfazione di aver dato il massimo e la delusione di non esserci riusciti. 
Giravano su quel campo da più di un’ora, si dicevano:”se giochiamo così sta sera, vinceremo”, si davano da fare, ce la mettevano davvero tutta per allenarsi e vederli così, uniti e volenterosi, non poteva che aumentare in me la voglia di assistere alla loro partita. 
È qualcosa di speciale, di unico e sorprendente: non mi serei mai aspettata di trovare un gruppo di ragazzi così, con una forza d’animo e un desiderio immenso di vivere insieme momenti intensi come questi. 
Tutto degli Ercolini mi fa pensare a quanto un pallone possa essere così importante da riuscire a rendere questi ragazzi felici e spensierati; per questo e per tanti altri motivi, non vedo l’ora di rivederli sul campo e vivere con loro un’altra magica partita!