Ercolini all’Olimpico nella rete del Calcio Solidale

Venerdì 17 aprile 2015 alle ore 11,30, presso la Sala Conferenze dello Stadio Olimpico (curva sud), si è tenuta la conferenza di presentazione della rete romana del “Calcio Solidale – una rete, una città, il nostro campo”, promossa dall’Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione di Roma Capitale e Fondazione Roma Solidale onlus.

Il Calcio, per sua natura carico di elementi simbolici immediatamente condivisibili tra le persone e così interno alla cultura del nostro paese, rappresenta un potente passepartout, una “lingua” comprensibile a tutte e a tutti, ovunque, in grado di parlare alla testa e al cuore, in grado di radicare in profondità valori e sentimenti, capace di abbattere barriere fisiche, linguistiche e culturali per innescare processi di riscatto sociale, divenendo esperienza di uguaglianza, laboratorio di integrazione e partecipazione collettiva.

Gli Ercolini sono stati accolti dall’ Assessore a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione di Roma Capitale Paolo Masini al quale è stata donata anche la maglia della nostra associazione. L’assessore ha garantito la sua attenzione alle problematiche di queste realtà.

I giovani campioncini del campo River hanno avuto modi di farsi conoscere anche dalla nuova assessore alle Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute di Roma Capitale Francesca Danese. L’assessore si è trattenuta molto con gli Ercolini, li ha voluti conoscere singolarmente, consueta foto di gruppo e poi i ragazzi hanno voluto salutare la simpaticissima Assessore con il grido della squadra, utilizzato prima di tutte le partite e nei momenti piu importanti, come una vera esplosione di gioia, augurandole un in bocca al lupo nel suo delicato ruolo istituzionale.

La Rete del Calcio Solidale nasce per restituire ai territori in cui si svolge la pratica sportiva esempi positivi e modelli, competenze e modalità gestionali solide e trasparenti, recuperando valori ormai smarriti nel circuito del “Calcio mediatico”, per connettere le realtà che, a livello cittadino, regionale e nazionale, si occupano di calcio nel sociale.

Calcio Solidale trova origine nel bisogno comune di varare iniziative di aggregazione e integrazione, formazione e riflessione in grado di coinvolgere giovani, atleti, persone con disabilità, soggetti in condizioni di disagio socio-economico e a rischio marginalità, famiglie, scuole.

In questo senso Calcio Solidale concepisce tra le azioni prioritarie l’attivazione di spazi interattivi di incontro e confronto, trasversali ai mondi dello “sport”, del “sociale”, della “cultura”, rivolgendosi non solo a chi pratica l’attività sportiva, bensì all’intero territorio, mirando a creare intorno a sé una Comunità, perché il Calcio sia di proprietà di coloro che lo amano.

Calcio Solidale intende facilitare e consolidare un rapporto attivo con le Istituzioni, per promuovere il riconoscimento delle pratiche di calcio sociale quale realtà positiva e consolidata già disponibile ai giovani e alle comunità come una diversa opzione sportiva e valoriale.

Calcio Solidale sceglie lo Sport per trasmettere un messaggio sociale e trans-culturale, per aggregare e contribuire alla ricostruzione comunitaria dei nostri Territori, per connettere e valorizzare le diverse sensibilità e peculiarità, le competenze e i punti di forza, per una reale e diffusa crescita collettiva.

Gli Ercolini hanno potuto visitare gli spogliatoi delle due squadre capitoline, grande emozione nel potersi sedere ai posti dei loro beniamini con tanto di poster gigante incollato ad ogni corrispettivo armadietto.

Il culmine dell’emozione è stato poter calpestare il manto erboso dello Stadio Olimpico, e chissà che qualcuno di loro non possa tornarci nei panni di protagonista… dalla polvere dei campi rom, al profumo “dell’erba vera”, il passo è breve…liberi di sognare!

 

Condividi -)Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter